Specializzazione sul sostegno: richiesta di 40 ore per il diritto allo studio

40 ore per il diritto allo studio

Abbiamo già spiegato in questo articolo in cosa consiste il corso di specializzazione per le attività di sostegno e quali agevolazioni la scuola può/dovrebbe dare ai docenti che frequentano i corsi. Tantissimi insegnanti ci stanno chiedendo come potersi muovere per poter usufruire di 40 ore per il diritto allo studio anche se non insegnano in Veneto o in Calabria. Attualmente solo i docenti che lavorano in queste due regioni possono usufruire di queste ore. Ma non è tutto perduto.

Abbiamo messo a disposizione di tutti i docenti che lo desiderano, in maniera completamente gratuita, un modello di richiesta da inviare agli USR di appartenenza per chiedere di poter usufruire di 40 ore, esattamente come i colleghi che insegnano in Veneto ed in Calabria. Alla fine dell’articolo troverete l’elenco delle mail, pec e non, di tutti gli USR d’Italia (ad eccezione degli USR sopra menzionati) ed una mail pronta da inviare al vostro Ufficio Scolastico Regionale (dovrete solo modificarla in base ai vostri dati). Ricordiamo che è sempre meglio inviare questo tipo d mail tramite pec.

Quanti più docenti faranno questa richiesta, utilizzando lo stesso modello, tante più possibilità di successo ci saranno. Se un terzo USR seguirà i primi due sarà ancora più facile che un quarto si adegui e così via.

Ma andiamo con ordine.

Le 40 ore per il diritto allo studio nel Veneto

Soprattutto ora che in tutta Italia i supplenti dalle seconde fasce vengono chiamati con frequenza sempre maggiore ha fatto molto discutere la nota la nota N. 15351 del 12 settembre 2017 dell’USR per il Veneto che ha autorizzato i Dirigenti Scolastici a concedere i permessi per diritto allo studio fino a 40 ore per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre. Questo in virtù del fatto che:

alla data di scadenza per la presentazione delle domande per la fruizione dei permessi per diritto allo studio per l’anno solare 2017 (15 novembre 2016) i bandi per l’ammissione ai corsi in oggetto non erano ancora stati pubblicati, i docenti interessati non avevano potuto presentare valida istanza

Il 15 novembre 2016 era il termine ultimo per la presentazione della domanda di diritto allo studio per l’anno solare 2017. I partecipanti del corso di specializzazione sul sostegno si sono iscritti all’università, nella migliore delle ipotesi, a luglio 2017 ed in alcune università si deve ancora svolgere la prova orale. Quindi non hanno potuto presentare la richiesta per il diritto allo studio e da settembre a dicembre pur frequentando i corsi non hanno diritto a nessun tipo di permesso per il diritto allo studio.
Per ovviare a questo problema l’USR Veneto ha concesso queste 40 ore di diritto allo studio. E la stessa identica cosa l’aveva fatta lo scorso ciclo, come possiamo vedere qui.

Il 19 settembre 2017 l’Istituto Comprensivo Statale “Leonardo da Vinci” di Venezia Mestre ha informato i propri docenti della nota dell’USR Veneto, come potete visionare qui. E quindi gli insegnanti del posto potranno usufruire di queste 40 ore a differenza dei colleghi delle altre regioni.

Le 40 ore per il diritto allo studio per la Calabria

Nove giorni dopo la pubblicazione della nota dell’USR per il Veneto, il 21 settembre 2017, l’USR per la Calabria ha pubblicato la nota N 14440 in cui concede 40 ore di permessi per il diritto allo studio ai docenti che frequentano i corsi di specializzazione per le attività di sostegno.

Dunque da qualche giorno i docenti che insegnano in queste due regioni possono usufruire di 40 ore per il diritto allo studio a differenza di chi insegna nelle altre parti d’Italia.

Perché abbiamo deciso di scrivere questo articolo

Abbiamo deciso di scrivere questo articolo perché la scelta di questi due USR ci sembra giusta e perfettamente in linea con la normativa scolastica.

L’aggiornamento e la formazione professionale sono sempre stati tutelati dal nostro ordinamento ed ancora oggi le scuole, nei limiti di compatibilità con la qualità del servizio, devono consentire agli insegnanti di poter partecipare a tali corsi con un orario lavorativo consono, come riportato nell’art. 3 comma 4 del DPR 395/88

Il personale interessato ha diritto, salvo eccezionali ed inderogabili esigenze di servizio, a turni di lavoro che agevolino la frequenza ai corsi e la preparazione agli esami e non è obbligato a prestazioni di lavoro straordinario o durante i giorni festivi e di riposo settimanale

che continua “a trovare applicazione nel comparto scuola” come riportato nell’art. 146 del CCNL.

Inoltre sempre nel CCNL all’art. 63 comma 11 leggiamo che

All’interno delle singole scuole, per il personale in servizio, iscritto ai corsi di laurea, a corsi di perfezionamento o a scuole di specializzazione, con particolare riferimento ai corsi utili alla mobilità professionale, alla riconversione e al reimpiego, il dirigente scolastico, nei limiti di compatibilità con la qualità del servizio, garantisce che siano previste modalità specifiche di articolazione dell’orario di lavoro

Ci auspichiamo quindi che tutti gli USR seguano il bellissimo esempio del Veneto e della Calabria.

I contatti degli Uffici Scolastici Regionali

  • Pec: Seleziona la regione per vedere la PEC
  • E-Mail: Seleziona la regione per vedere la mail

Copia la nostra mail per inviarla o se preferisci scaricala in word qui

Oggetto: Richiesta di permesso per diritto allo studio per i docenti frequentanti i corsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno per i mesi di settembre-ottobre-dicembre per l’A.A. 2017/2018.

Spett.le USR ……,

Il sottoscritto, prof./ssa …… docente di scuola …., classe di concorso ………., ex ………., iscritto nelle graduatorie di …….. nella provincia di…………, frequentante il corso di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità all’università ……….

Evidenzia che, alla data di scadenza per la presentazione delle domande per la fruizione dei permessi per diritto allo studio relativi all’anno solare 2017 (15 novembre 2016), i bandi per l’ammissione ai corsi in oggetto non erano ancora stati pubblicati per cui io, da docente interessato, non ho potuto presentare valida istanza.

VISTA

  • La nota N. 15351 del 12 settembre 2017 pubblicata dall’USR per il Veneto in cui viene consentito ai docenti ammessi alla frequenza dei corsi in oggetto di fruire dei permessi per il diritto allo studio, nella misura massima di 40 ore pro capite, limitatamente al periodo di settembre -dicembre 2017;
  • La nota N. 14440 del 21 settembre 2017 pubblicata dall’USR per la Calabria in cui viene consentito ai docenti ammessi alla frequenza dei corsi in oggetto di fruire dei permessi per il diritto allo studio, nella misura massima di 40 ore pro capite, limitatamente al periodo di settembre -dicembre 2017;

CHIEDE

Che questa direzione conceda ai docenti frequentanti i corsi di specializzazione in oggetto di usufruire dei permessi per il diritto allo studio di 40 ore pro capite, così come lo hanno permesso le altre due direzioni sopra riportate.

 

Ringraziando per l’attenzione porgo distinti saluti

NOME E COGNOME

Summary
Specializzazione sul sostegno: richiesta di 40 ore per il diritto allo studio
Article Name
Specializzazione sul sostegno: richiesta di 40 ore per il diritto allo studio
Description
Abbiamo messo a disposizione di tutti i docenti che lo desiderano un modello di richiesta da inviare agli USR di appartenenza
GTC
Succede in italia
Succede in Italia